Inserire testo

Il genio e la logistica

Nell’ambito di una operazione vasta e complessa come Overlord, il genio militare e la logistica erano destinati inevitabilmente a ricoprire un ruolo di fondamentale importanza, sia dal punto di vista degli attaccanti sia da quello dei difensori.

Questi ultimi avevano investito soprattutto in quello che è passato alla storia con il nome di Vallo Atlantico, un complesso sistema difensivo organizzato da Hitler per difendere la Fortezza Europa e che era basato su una serie di postazioni difensive che andavano dagli ostacoli sulle spiagge ai Nidi di resistenza ( le postazioni difensive più leggere) e ai Punti di tiro (le postazioni pesanti costruite dall’organizzazione Todt.

Gli Alleati invece impegnarono il genio miltare sopratutto sotto due profili: quello dei mezzi militari in grado di facilitare le operazioni di sbarco (mezzi da sbarco, carri blindati speciali ecc.) e quello dei supporti logistici che supportassero l’enorme sforzo organizzativo necessario anzitutto per stabilire una testa di ponte di Europa e in seguito l’avanzata verso il cuore della Germania (i porti artificiali Mulberry, il sistema di rifornimenti P.L.U.T.O. ecc.)